Cari lettori, questo è il primo appuntamento con la rubrica “I luoghi misteriosi di Caserta” della sezione “Curiosità” del giornale “La finestra di Caserta”.

Oggi vi proponiamo la terrificante leggenda del fantasma della Saint Gobain ed ogni settimana vi racconteremo una leggenda misteriosa appartenente alla storia di Caserta e provincia.

A Caserta nei pressi dell’area dell’ex Saint Gobain, vi era un monastero. In questo monastero una giovane monaca si innamorò di un giovane garzone. L’amore segreto diede vita ad un bimbo, il quale fu tenuto nascosto dalla suora.

Un giorno però, il segreto della monaca fu scoperto ed il bambino fu brutalmente ammazzato perché ritenuto frutto di un amore peccaminoso e dunque figlio del male.

La monaca da quell’episodio non si riprese più ed ogni giorno si recava nei pressi dell’albero secolare dove il figlio era stato seppellito, urlando e invocando il suo nome. Un giorno persa la speranza di rivedere suo figlio, si impiccò.

Oggi, molti testimoni, affermano che nel luogo dove prima si trovava il vecchio albero secolare, ovvero il sottopasso di Viale Lincoln, hanno intravisto la figura di una persona incappucciata, altri invece sostengono di aver visto il fantasma della suora gettarsi giù dal sottopasso, quasi come se volesse suicidarsi e volesse abbandonare il mondo in cui è intrappolata sottoforma di spirito.

Esistono molti filoni di pensiero, c’è chi sostiene fortemente di aver visto il fantasma e chi invece è più scettico e non crede a questi miti. E c’è chi addirittura manifesta esplicitamente il suo credere attraverso un murales dedicato alla leggenda della suora.