18 Maggio, 2024
drone

Miglior drone: ecco come scegliere il modello più adatto

Quante volte capita di fare un pensierino verso un prodotto tecnologico particolarmente bello e all’avanguardia, anche se dal costo un po’ alto? Spesso, vero? Ebbene, il drone è sicuramente uno dei device più interessanti da questo punto di vista, soprattutto perché può contare su funzionalità estremamente importanti per alcune tipologie di professionisti.

Sempre più di frequente, però, l’uso dei droni si sta diffondendo anche tra i privati, che ne fanno chiaramente un uso da principianti e saltuario, magari realizzando dei video delle proprie vacanze da conservare come bel ricordo. Per tale ragione, si consiglia sempre di dare un’occhiata a quello che può offrire il web, visto che sono sempre di più le piattaforme che propongono questi oggetti super tecnologici ad un ottimo prezzo. Ebbene, su CoseMigliori c’è la possibilità di trovare un’ampia serie di consigli e indicazioni molto utili, che combinano recensioni, caratteristiche dei vari prodotti, disponibilità e il rapporto tra qualità e prezzo.

Come scegliere il drone più adeguato alle proprie esigenze

Prima di tutto, bisogna essere consci del fatto che in commercio ci sono tantissime tipologie di droni, che si distinguono in base al peso e alle dimensioni. Dal punto di vista della grandezza, troviamo micro droni, mini droni, droni medi e droni grandi. Nel primo caso, i droni arrivano fino a 50 centimetri di lunghezza, poi i mini droni vanno da 50 cm a 2 metri, i droni medi hanno una lunghezza che supera i 2 metri, mentre i droni di maggiori dimensioni sono quelli impiegati in ambito militare. Per quanto concerne il peso, invece, sono essenzialmente tre le categorie di droni, ovvero quelli che pesano meno di 300 grammi, una categoria media tra 300 grammi e 4 chili e, infine, quei droni che pesano oltre 4 chilogrammi.

L’autonomia in volo

Un altro aspetto che deve essere necessariamente considerato per la scelta del miglior drone in base alle proprie esigenze, corrisponde all’autonomia in volo. Gran parte dei droni per impiego non professionale si caratterizza per avere un’autonomia che va dai 10 fino ai 30 minuti per carica.

Il suggerimento migliore da seguire è quello di comprare un drone che possa contare sulla presenza di una batteria sostituibile e, inoltre, pure con carica rapida. Fondamentale ricordarsi come non in tutti i casi con una batteria maggiormente potente vanno ad estendersi anche i tempi di volo.

Distanze e altezza

In relazione alla tipologia di sistema di trasmissione che intercorre tra il radiocomando e il drone, ecco che ci sono dei modelli che riescono a raggiungere certe altezze e determinate distanze mentre sono in volo. Gran parte dei droni che si possono acquistare sul mercato permettono di poter lavorare su una doppia banda, ovvero 2.4 e 5.8 GHz. Importante non dimenticare, anche in questo caso, come sul territorio italiano si possa usare solamente la prima banda.

Ad ogni modo, i droni lanciati più di recente sul mercato sono in grado di garantire delle prestazioni davvero di alto livello. Giusto per fare un esempio i droni DJI Mavic 2 sono in grado di volare spingendosi ad una distanza massima del radiocomando pari a 8 chilometri e, per quanto riguarda l’altezza, salgono addirittura fino a 500 metri.

Leggi anche...

trattore

Come scegliere un trattore usato per la tua azienda agricola

Contenuto1 Introduzione2 Modelli3 Tipologia di raccolto4 Consigli per l’acquisto Introduzione Se possiedi una azienda agricola …