25 Aprile, 2024
Diet concept and weight loss. Woman in oversize jeans

Dimagrire la pancia: gli errori da evitare

Dimagrire la pancia è il desiderio di tantissime persone. Come in molti altri casi, anche in questo è necessario, per raggiungere l’obiettivo, avere la consapevolezza degli errori da non fare. Ecco i principali nelle prossime righe di questo articolo.

Partire troppo tardi

Quando si punta a dimagrire addome, è fondamentale evitare di partire troppo tardi. Il grasso addominale è infatti estremamente ostinato, soprattutto se viscerale. Iniziare una dieta e un programma di allenamento ad aprile con l’idea di essere pronti per giugno/luglio è spesso illusorio.

Nei casi in cui la circonferenza addominali supera determinati valori – 80 per le donne e 94 per gli uomini – è fondamentale intervenire tempestivamente.

Saltare i pasti

Pensare di perdere grasso addominale saltando i pasti è un errore gravissimo. Così facendo, infatti, si provoca solo un rallentamento del metabolismo che vanifica la fatica. Se possibile, è il caso di fare cinque pasti durante la giornata. Oltre alla colazione, al pranzo e alla cena, non bisogna dimenticare gli spuntini.

Se l’obiettivo è quello di perdere grasso, il consiglio è di focalizzarsi verso spuntini ricchi di proteine.

Un esempio? Un cubetto di formaggio grana.

Eliminare i carboidrati

Sono purtroppo numerose le persone che, convinte di contribuire alla riduzione del grasso sulla pancia, eliminano drasticamente i carboidrati dalla propria alimentazione.

Si tratta di un grave errore! Come mai? I motivi sono diversi. Il primo riguarda il fatto che la dieta chetogenica è un protocollo medicalizzato, che deve essere portato avanti con la supervisione di un medico (nella maggior parte dei casi, la si inizia in situazioni di grave obesità, con problematiche che non possono essere certo gestite con qualche settimana di attenzione a quello che si porta in tavola).

In secondo luogo, va rammentato il fatto che, dati scientifici alla mano, non esistono nutrienti che fanno ingrassare o dimagrire.

Il loro abuso è un problema, non l’assunzione in sé.

Nel caso dei carboidrati, se si procede a una riduzione drastica senza senso si rischia di compromettere la presenza mentale. Non dimentichiamo, infatti, che il nostro cervello va a glucosio.

Assumere poche fibre

Molto spesso, la pancia gonfia non è dovuta all’accumulo di grasso, ma a un’alimentazione caratterizzata da uno scarso apporto di fibre. Questi nutrienti, soprattutto nella loro forma solubile, danno un boost alla funzionalità intestinale, contrastando il gonfiore addominale.

Le fibre, inoltre, contribuiscono a regolarizzare la velocità di assorbimento degli zuccheri nel sangue.

Questo comporta un rischio ridotto di avere a che fare con i cosiddetti picchi glicemici, situazioni in cui il cervello è portato a ricercare alimenti ricchi di zucchero, con tutte le conseguenze negative del caso sul mantenimento della forma fisica.

Non lavorare sulla riduzione dello stress

La circonferenza addominale eccessiva per via dell’alimentazione poco sana è una situazione che può peggiorare a causa dello stress. L’ormone cortisolo, infatti, predispone l’accumulo di grasso sull’addome.

Se si ha intenzione di dimagrire sulla pancia, è fondamentale lavorare non solo su quello che si porta in tavola, ma anche su come si sta mentalmente.

Da questo punto di vista, ognuno ha le sue strategie. C’è chi ama l’idea di fare una passeggiata all’aria aperta, chi legge, chi prenota un massaggio.

Quello che conta è ritagliarsi ogni giorno uno spazio di self care, durante il quale spegnere il cellulare.

Pensare che la chirurgia estetica possa risolvere il problema

Se si è in sovrappeso con accumuli importanti di grasso a livello addominale, la chirurgia estetica, in particolare l’intervento di liposuzione, non risolve il problema. L’operazione in questione, infatti, è indicata nelle situazioni in cui, in soggetti normopeso, sono presenti dei piccoli accumuli adiposi che resistono agli effetti della dieta e dell’attività fisica.

La si può scegliere, eventualmente, dopo aver raggiunto e mantenuto il proprio peso forma per almeno un anno.

Leggi anche...

prostata

Come prendersi cura della prostata: consigli utili

La prostata ha bisogno di essere protetta dall’insorgere di determinate infiammazioni e malattie che possono …