25 Aprile, 2024
spillatrice birra

Spillatrice di birra domestica: ecco come scegliere la migliore

Avete sempre sognato di gustarvi entro le mura domestiche una birra gustosa e fresca esattamente come quelle che ricevereste all’interno di un pub? Allora la migliore soluzione è quella di pensare all’acquisto di una spillatrice di birra domestica, che diventa un prodotto veramente imprescindibile per tutti coloro che amano questa bevanda.

La birra che viene realizzata in ambiente domestico, ormai, è una costante ed è un fenomeno che continua a crescere già da diversi anni, almeno dal momento in cui ci si è resi conto effettivamente che c’erano tutte le possibilità per produrre dell’ottima birra artigianale entro i confini domestici. Sul web, tra l’altro, esistono sempre più piattaforme che permettono di scoprire quali sono i migliori modelli di spillatrice birra da non perdersi assolutamente e da confrontare in fase di scelta, ovviamente dando un’occhiata approfondita anche a quelli che sono i prezzi che caratterizzano ciascun prodotto e le varie funzionalità che sono in grado di offrire alla clientela.

Come funzionano le spillatrici domestiche

Sono sei gli elementi basici all’interno di uno strumento del genere e che differenziano una spillatrice di birra nei confronti di un tradizionale sistema che prevede il pompaggio per fusti. Si tratta del dispositivo di raffreddamento, del fusto, del giunto, del gas, dei tubi e del rubinetto. Si tratta di componenti fondamentali, dal momento che è sufficiente che ne manchi uno ed ecco che la spillatrice non può funzionare.

L’operazione di configurazione è necessaria con ogni modello, mentre ci sono dei meccanismi di raffreddamento della birra che hanno bisogno di essere collocati in un’area della casa che possa vantare una notevole ventilazione, oppure altri richiedono decisamente spazio, visto che sono integrati con un serbatoio di gas esterno, così come di un tubo.

I materiali migliori su cui puntare

Uno dei fattori che incidono maggiormente nella scelta della spillatrice domestica di birra corrisponde senz’altro ai materiali con cui tale prodotto viene creato. La soluzione migliore è quella di optare per un apparecchio che è stato realizzato usando rame, piuttosto che ottone oppure alluminio. Infatti, si tratta di materiali che riescono a garantire un ottimo funzionamento per quanto riguarda la spillatura della birra, dal momento che vanno a sviluppare una componente di ossido che funge da protezione per il metallo e garantiscono, di conseguenza, una pulitura più rapida e semplice. In tal senso, l’acciaio inossidabile non è la scelta migliore, dato che ha una naturale tendenza a perdere dopo un po’ di tempo il rivestimento nel momento in cui sbiadisce.

Non dobbiamo dimenticare che spillare birra all’interno delle mura domestiche non è una comodità di poco conto, ma è chiaro che bisogna soprattutto avere lo spazio che possa ospitare tutti i vari imballaggi all’interno della cantina di casa oppure nello sgabuzzino in cui sono contenute le varie provviste. Tra i vari elementi che fanno la differenza nella scelta delle spillatrici di birra ad uso domestico troviamo senz’altro la potenza dell’erogatore, poi la capacità di raffreddamento e di conservazione oltre che la presenza di un apposito manico che serve proprio a spillare la birra.

Leggi anche...

Olio taggiasco

Olio taggiasco: principali proprietà e dove viene prodotto

Quando si parla della Liguria, è impossibile non chiamare in causa il suo olio. Solo …